Sviluppo sostenibile: effetto vitamina sulle nostre imprese

COSA CAMBIA
IN AMBITO
ENERGETICO?

Sviluppo sostenibile: effetto vitamina sulle nostre imprese

Sostenibilità


La maggior parte delle aziende italiane dichiara il proprio impegno nelle politiche di sostenibilità, nonostante le difficoltà a reperire figure professionali adeguate e a definire uno specifico budget di intervento, e a fare dell’anima green una vera e propria leva di marketing.
I risultati sono comunque tangibili: aumentano l’efficienza dei processi e la brand reputation

 

Nel linguaggio delle imprese il termine sostenibilità sta diventando sempre più di uso comune.

Un concetto con il quale ormai ci si confronta quotidianamente in termini di strategie, di budget, di posizionamento, di immagine, di qualificazione della forza lavoro. Un elemento che pervade quindi – che lo si voglia o no, e pur tra luci e ombre – la vita delle nostre aziende (e naturalmente anche della pubblica amministrazione).

L’Osservatorio Permanente su Sostenibilità e Comunicazione ha di recente tracciato un profilo di questo fenomeno che viene così sintetizzato: “Interpellata sul tema, la stragrande maggioranza delle nostre attività produttive si definisce sostenibile; tutte però ammettono difficoltà nel reperire competenze adeguate e nel dedicare budget specifici, poche comunicano in maniera sistematica”.

Luci, dunque: a prescindere dal ramo di attività e di specializzazione essere sostenibili (o per lo meno dichiararsi tali) è ritenuta una condizione necessaria per sopravvivere. Ma anche ombre: il mercato del lavoro – e lo stesso vale per quello dei capitali – non sembra essersi ancora allineato alle esigenze del settore produttivo. Lo stesso, giunto al termine della filiera, non ha ancora ben chiaro come ottimizzare, in termini di leva di marketing, questi aspetti.

Ecco qualche dato in più:

 

  • oltre la metà delle imprese considera l’adozione di politiche per la sostenibilità “una occasione di miglioramento ed efficientamento dei processi”;
  • oltre l’80 per cento del campione ritiene la sostenibilità “un valore ma anche un modo per fare business”;
  • le realtà produttive che hanno ammesso di essere fortemente impegnate in politiche di sostenibilità hanno poi effettivamente riscontrato un aumento dell’efficienza dei processi e un incremento della brand reputation;
  • tuttavia, il 77 per cento delle imprese che in diversa misura si definiscono sostenibili hanno incontrato difficoltà nell’implementazione delle politiche per la sostenibilità nell’ambito della propria organizzazione. La comunicazione, in particolare, resta uno degli aspetti più delicati.

 

Per la realizzazione di questo studio è stato preso in esame un campione statisticamente rappresentativo dell’universo delle imprese italiane con almeno 10 addetti attive nell’industria, nel commercio all’ingrosso, nei servizi alle imprese.