Italia paese verde, in aumento costante le energie rinnovabili

COSA CAMBIA
IN AMBITO
ENERGETICO?

Italia paese verde, in aumento costante le energie rinnovabili

Eolico


Presentato da Ania Rinnovabili l’Osservatorio FER per il mese di agosto 2017 in Italia. Nel complesso aumento del 18% di installazioni di energia rinnovabile nei primi otto mesi del 2017 rispetto all’anno precedente. Nel fotovoltaico +14% grazie al 47% di aumento di impianti residenziali. Per l’eolico aumento record del 25%, con potenza connessa orami alla pari al solare. L’idroelettrico frena le perdite del 2016 con +12% di potenza da gennaio ad agosto 2017

 

L’Italia si conferma paese attento alla green energy. Continua infatti il trend positivo delle energie rinnovabili nel nostro Paese, che ad agosto 2017 presenta un totale di 624 Mw di potenza connessa con un aumento del 18% tra fotovoltaico, eolico e idroelettrico nei primi otto mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Questi i dati presentati a Milano da Anie, associazione che raggruppa le imprese del settore delle fonti rinnovabili, nell’Osservatorio Fer del mese di Agosto, documento pubblicato con cadenza mensile ed elaborato sui dati forniti da Gaudì Terna.

Nello specifico, il fotovoltaico continua la sua crescita grazie agli impianti residenziali che con il 47% delle nuove installazioni nel 2017 portando il settore a un totale di 291 Mw di potenza complessiva con un +14% rispetto al 2016. Notevole in questo settore il dato della Regione Lazio che ha avuto un incremento percentuale in termini di potenza connessa del 434% passando da 15 Mw del 2016 a 79,5 Mw di quest’anno.

Per quanto riguarda il comparto eolico, nonostante la frenata degli ultimi due mesi del 2017, il documento lo indica come l’energia rinnovabile in cui si è avuto il maggior aumento rispetto ai primi otto mesi dell’anno scorso con un +25% di potenza connessa a 284 Mw, arrivando così quasi a eguagliare i valori del solare. Anche in questo caso determinante l’apporto al settore degli impianti mini-eolici tra i 20 e 60 kw che hanno registrato un aumento del 180%, diventando il 31% del totale installato nel nostro Paese. Per quanto riguarda la diffusione territoriale, la maggior parte della potenza connessa è localizzata nelle regioni del sud Italia, con la Basilicata che si conferma la prima regione con 180 Mw di potenza in questi primi otto mesi dell’anno.

Infine il documento analizza i dati dell’idroelettico, che con 48 Mw di potenza complessiva frena la caduta dell’anno scorso con un +12% rispetto ai valori del 2016 e un incremento del 9% delle unità di produzione. Anche in questo caso i nuovi impianti idroelettrici di taglia inferiore a 1 MW connessi fino ad agosto 2017 costituiscono il 50% del totale. In questo settore le regioni che hanno avuto il maggior incremento rispetto all’anno scorso sono Abruzzo, Emilia Romagna, Sicilia, Veneto, Trentino Alto Adige, Marche e Molise, mentre la Lombardia con 10.75 Mw di potenza comunque si conferma prima regione in Italia.